Incentivi per partecipazione PMI al Programma

Coinvolgere le piccole aziende più innovative

Soprattutto nei settori ad alta intensità di conoscenza le piccole aziende, soprattutto quelle più giovani e innovative, spesso hanno strutture organizzative leggere, che assicurano flessibilità e sostenibilità.

Tuttavia la maggior parte di avvisi e bandi destinati a ricerca e innovazione, asseritamente indirizzati alle PMI, sono progettati pensando a strutture "hard" di tipo industriale. Presentano infatti requisiti per partecipare che spesso diventano soglie invalicabili, come (penso agli ultimi della Filas Lazio) soglie minime di IRAP (=peso della struttura) versata, o finanziamenti destinati in larga quota all'acquisto di attrezzature (che una PMI di quelle che ho in mente non sa proprio come impiegare oltre una certa misura).

Pur comprendendo che alcuni paletti (anche se vengono poi aggirati comunque) sono posti per limitare "comportamenti impropri", ritengo che sarebbe fondamentale ripensare e adattare quegli elementi presenti nei bandi (requisiti, impiego dei fondi) che fanno da barriera all'accesso delle PMI più piccole e innovative soprattutto in certi settori.

Sarebbe anche utile e bello spostare l'accento dai paletti all'entrata alla valutazione degli output, magari incrementale (costruzione di una reputation).

Tags

Voting

14 votes
18 up votes
4 down votes
Active
Idea No. 125