Incentivi per trasparenza del reclutamento dei ricercatori

Censimento Dottori di Ricerca in attività in Italia e all'estero

Negli ultimi dieci anni e’ stata formata una generazione di Dottori di Ricerca, spesso molto qualificati, che non hanno in pratica avuto possibilità concrete di divenire parte delle Università che li ha preparati. Questa è una grave alterazione del fisiologico turnover regolare e graduale dei ricercatori e docenti delle nostre Università. Deve essere previsto il recupero dei meritevoli di questa generazione. Occorre tutelarli con provvedimenti mirati e comunque evitare di privilegiare in modo preferenziale i più giovani ai danni di questa coorte di ricercatori e potenziali scienziati che risulterebbe ingiustamente e doppiamente penalizzata. La nostra società culturale e scientifica non può ammettere una distorsione e aberrazione di tale portata.

Il Ministero dell’Università dovrebbe promuovere un censimento dei Dottori di Ricerca che, avendo vocazione alla ricerca e avendo conseguito titoli utili al reclutamento universitario maturati negli ultimi dieci anni in Italia e all’estero, costituiscono con la maturità acquisita in campo scientifico (umanistico, tecnologico, biomedico) uno dei più concreti e validi potenziali di ripresa della nostra nazione.

Su questa base sarebbe più precisa l’azione mirata alla creazione di opportunità di reclutamento nell’Università e nelle imprese su basi informate e realistiche.

Tags

Voting

14 votes
19 up votes
5 down votes
Active
Idea No. 122