Incentivi per interdisciplinarità

Interdisciplinarieta' e finanziamenti su base competitiva

La ricerca interdisciplinare (RI), riconosciuta internazionalmente come una delle prospettive chiave della ricerca del futuro, richiede, intrinsecamente, skills ed expertises piu’ peculiari rispetto a quanto e’ necessario al ricercatore quadratico medio che lavora in discipline monotematiche quali la competenza in piu’ settori (specialmente se si cerca di creare gruppi di ricerca), estrema flessibilita’, mente aperta, abilita' nell'usare modalità di lavoro, di linguaggio etc… propri di discipline e settori di ricerca distinti. La RI contiene elementi di maggior rischio sia in termini di obiettivi di un progetto di ricerca che in termini di crescita professionale. Paradossalmente, a questa richiesta di maggiori expertises e maggior rischio si associa una minore possibilità' di sviluppo delle idee e di finanziamento (soprattutto a livello nazionale) e anche un minor ritorno in termini di valutazione della ricerca. Le politiche scientifiche degli Istituti nazionali tendono naturalmente a privilegiare il supporto a percorsi di ricerca più classici, monotematici tipici del settore di ricerca del relativo Istituto di Ricerca, scelte piu’ ‘sicure’ soprattutto in periodi di riduzioni di budget. Un sistema di ricerca sano dovrebbe al contrario premiare chi osa e chi sceglie strade alternative anche se piu’ rischiose. In un sistema di finanziamento su base competitiva come quello che si propone di essere HORIZON2020-IT (ma anche in canali più' standard quali PRIN ad esempio) si dovrebbe porre particolare attenzione a definire canali dedicati all'interdisciplinarieta'. Sono decisamente favorevole al fatto che in un contesto di valutazione (come espresso dal commento di Marco Minozzo), l'esperienza in attività' interdisciplinari di varia natura sia meglio valorizzata. Questo faciliterebbe il cambio di mentalità' interna del sistema 'ricerca' globale (dirigenza, accademici, ricercatori e studenti) che alla fine rappresenta il vero scoglio da superare per promuovere la ricerca interdisciplinare e cambiare il modo di intendere la ‘ricerca’.

Tags

Voting

13 votes
17 up votes
4 down votes
Active
Idea No. 106