Incentivi per attività di comunicazione e divulgazione della ricerca

chi si occupa della terza missione?

A parole, tutti sono convinti della necessità per le università di impegnarsi nella 'terza missione', ma le relative attività oggi sono svolte su base 'volontaria', cioè da donne e uomini di buona volontà. Se davvero si vuole che queste attività vengano esercitate professionalmente, occorre che esse siano adeguatamente incentivate e valutate ai fini della progressione di carriera, sia per il personale ricercatore-docente che per quello tecnico-amministrativo che in esse s'impegna con dimostrabili risultati

Tags

Voting

8 votes
14 up votes
6 down votes
Active
Idea No. 44